CONSIDERAZIONI NOTTURNE DI UN 60ENNE+

Noi 60enni+ possiamo ritenerci, per certi versi, dei fortunati. Stiamo vivendo a cavallo di due secoli. Periodo di grande trasformazione. Grandi evoluzioni industriali, tecnologiche, grandi cambiamenti sociali, etici, morali. Dagli anni cinquanta del secolo scorso ad oggi i mutamenti sono stati tanti, forse anche troppi.

Noi 60enni+ siamo nati con la televisione in bianco e nero, con solo due canali e che per cambiare canale o alzare/abbassare il volume ci si doveva alzare e andare all’apparecchio...continua

L’EQUITA' SOCIALE SECONDO IL MINISTRO DEL LAVORO ITALIANO

 

Due italiani della stessa età e stesso titolo di studio, iniziano la loro attività insieme nella stessa azienda/Amministrazione Pubblica. Il soggetto “A” sin da subito evidenzia una gran voglia di lavorare, desiderio di imparare, sana ambizione. Nel corso degli anni studia, frequenta corsi di aggiornamento, sia quelli obbligatori sia quelli facoltativi. Avanza nella carriera, assume responsabilità sempre più elevate, mettendosi in...continua


Il capotreno, il ricercatore segnalatore e gli italiani

Certo che l'Italia è un Paese strano e, ancora più strani sono gli italiani. Come al solito su qualsiasi evento accade si innescano una marea di polemiche e, come sempre, lo strano popolo italiano si spacca in due. Ma nei due estremi. Un capotreno (coscienzioso-razzista) pronuncia delle frasi (legittime-xenofobe) verso dei nomadi (povera gente-ladri) ed un viaggiatore (coscienzioso-stronzo) segnala l'accaduto...continua




IL NUOVO GOVERNO

Ieri, finalmente, dopo un lungo e doloroso travaglio, è nato il primo governo della cosiddetta terza Repubblica. E non poteva nascere in un giorno migliore, proprio alla vigilia della festa della Repubblica.

Che sia di buon auspicio.

Sono felice! Sono felice che è nato il governo...continua

LA CRISI POLITICA 2018

In questi giorni di profonda crisi politica, tutti stanno esternando, in qualche modo, il proprio pensiero. Vorrei dire la mia. Potrà essere condivisibile o meno, ma vorrei esprimere il mio pensiero.

Ieri mattina ho sentito su radio 24 mister fufu, al secolo Massimo D'Alema. Ho dovuto abbassare il volume della radio, perché il veleno vomitato dal soggetto, non uscisse...continua


LETTERA APERTA AGLI ELETTORI DEL M5S

 

Cari connazionali che avete votato per il M5S, e che in questi giorni state soffrendo le pene dell’inferno, perché il Vostro “Unico Presidente”, il Vostro “Supremo Capo”, Luigi Di Maio, non riesce a coronare il Suo e il Vostro sogno, ovvero arrivare a Governare il Paese. Lo avete accolto come il “salvatore” della patria, “il profeta” disceso per salvare il Suo popolo dalla schiavitù. Ci ha provato! E in tutti i modi. Offrendosi a chiunque, a destra e a sinistra,...continua


4 MARZO 2018

(TUTTI AL VOTO) 

Domani a mezzanotte si chiuderà una delle campagne elettorali più cruente che ricordi.

Tutti contro tutti, senza esclusione di colpi. Dove la frase più sentita e pronunciata dai vari leaders politici è stata: “gli altri sono meno bravi di noi”.

Poi ci sarà un giorno di pausa, di riflessione, di tregua, prima della tempesta. Si proprio così: la tempesta. Dal 5 marzo tutto cambierà. Il 5 marzo sarà il giorno della liberazione, l’inizio di una nuova era. Tutti si aspettano tutto...continua

LETTERA APERTA AL SIG. MINISTRO DELLA SALUTE

ON. BEATRICE LORENZIN 

Sig. Ministro, innanzitutto Le chiedo scusa per non averla chiamata sig.ra Ministra, ho troppo rispetto per il ruolo.

Come certamente Ella saprà, in questi giorni, anzi in queste ultime settimane, si fa un gran parlare della “batosta” che il Governo italiano sta dando al settore del così detto “fumo elettronico”....continua

 


GENERALI ALLA RISCOSSA

Farebbero bene a tener chiusa la bocca.

Da qualche settimana i giornali ed i social sono pieni di titoli e titoloni del tipo: “GENERALE ESERCITO ATTACCA GOVERNO: “Non ci lasciano bloccare invasione immigrati siamo rabbiosi”;

Oppure, “GENERALE CARABINIERI INVOICA RIVOLUZIONE: "Andiamo a Roma ad arrestare Parlamentari uno ad uno, sono abusivi";

Ed ancora, “IUS SOLI, GENERALE FOLGORE: "Sarebbe una catastrofe, Italia diventerebbe inferno afro-islamico";

ed infine: “GENERALE ATTACCA GOVERNO: "Se non fermiamo immigrati l'Italia scompare". Che titoli!.....continua

L’ITALIANNIZZAZIONE DEGLI USA


Alla fine anche l’America si è italianizzata! Una volta negli States la campagna elettorale presidenziale era furiosa, senza esclusione di colpi. Si scavava nella vita pubblica e soprattutto privata dei candidati. Usciva fuori di tutto: vecchie amanti, tradimenti con le domestiche, frequentazioni proibite, legami con  industriali, interessi privati e chi più ne ha più ne metta. Un anno e più di fango e gossip all’ultimo respiro.Ma poi, una volta che le urne davano il loro responso, tutti tacevano e iniziavano a lavorare per il bene del Paese. ...continua


LETTERA APERTA A MATTEO RENZI


Caro Matteo, scusa se mi permetto di darti del tu, non è mia abitudine, soprattutto con chi non conosco o non stimo e tu sei sia l’uno sia l’altro. Sia ben inteso la mia disistima è solo verso il politico e non verso l’uomo che, in qualche modo, si è dimostrato all’altezza di questo termine. Ho letto la tua lettera agli amici; il tuo ritorno nella tua Pontassieve in famiglia. In quella lettera ho visto il padre di famiglia che dopo un’avventura rientra a casa e non vede l’ora di abbracciare i propri figli, la propria moglie.....continua




IL DOPO REFERENDUM

Da questa notte l’Italia, o almeno quella parte che patteggiava per il “no” è in festa, me compreso.

Matteo Renzi ha annunciato le proprie dimissioni e, di conseguenza, l’intero governo dovrà lasciare. Tutti a casa! E poi? Non c’è una legge elettorale con la quale andare a votare, non ci sono partiti o coalizioni in grado di vincere le elezioni in modo tale da poter governare. E allora? Intanto tutti festeggiamo....continua


IL SEQUESTRATORE DI BAMBINI IL MAGISTRATO ED IL COLPO DI SOLE.

 

Si sa, il mese di agosto è quello che provoca sulle persone insolazione e colpi di testa. Nel ragusano sul lungomare di Scoglitti, un indiano tal Ram Lubhay di 43 anni sottrae una bambina alla legittima custodia dei genitori e scappa con la stessa in braccio. La fuga dell’indiano, secondo il racconto di alcuni testimoni, sembra sia durata appena 45 secondi, anche perché la madre, accorgendosi della scomparsa della piccola e vedendola in braccio ad uno sconosciuto...continua



IL BURKINI NELLA CULTURA OCCIDENTALE

In questi caldi giorni di fine agosto, non essendoci alcun argomento veramente importante, su tutti i salotti televisivi, sui giornali e sui social, infuria il dibattito, a volte polemico, sul “burkini”. Il burkini, per chi ancora non dovesse saperlo, è quel particolare indumento, o meglio costume da bagno ideato e disegnato dalla stilista australiana di madre libanese, Aheda Zanetti ed è specificamente prodotto per le donne di religione musulmana. Il costume......continua


UNIONI CIVILI. CONQUISTA CIVILE? 

In questi giorni non si fa altro che parlare delle unioni civili. I parlamentari italiani per la prima volta dalla costituente sono a lavoro giorno e notte per trovare un accordo per approvare questa legge come se ciò fosse la soluzione per tutti i mali del nostro Paese, tanto, da mettere in gioco lo stesso governo, (non so quanto sia morale porre la “fiducia” su una questione etica, di coscienza). L’affermazione più comune che si sente in questi giorni è: “la legge sulle unioni civili è....continua


  

I FUNERALI DEL “RE DI ROMA”

Come ormai tutto il mondo sa, ieri mattina a Roma si sono svolti i funerali di Vittorio Casamonica, capo dell’omonimo clan che da decenni domina la città eterna.

I funerali si sono svolti in grande stile: un lungo corteo di SUV, carichi di fiori e ghirlande, scortato dai vigili urbani di Roma Capitale, apriva il corteo funebre. A seguire una carrozza dei primi del novecento, tutta intarsiata e con rifiniture in oro, trainata da tre pareglie di cavalli neri trasportava il feretro del “RE di Roma”. ....continua


GREXIT E RIPERCUSSIONI SULL’EURO-CLUB

 In questi giorni non si fa altro che parlare di “Grexit” e di “default” della Grecia. Ovvero dell’uscita della Grecia dall’euro. È un continuo, tutte le trasmissioni televisive, i TG, tutti i quotidiani nazionali, regionali, locali. Tutti parlano solo delle conseguenze che potrebbe avere la Grecia e tutti i Paesi  dell’eurozona dall’eventuale fallimento ed uscita della Grecia dall’euro. Sono tanti quelli che si sono improvvisati economisti prevedendo chi sa quale ecatombe....continua


Precedenti >>